logo-cpssf.png


Informazioni sul certificato

  1. Validità
    Data di calcolo delle prestazioni del certificato di assicurazione. Annulla tutti i certificati precedenti. In caso di cambiamento dei dati personali (stato civile, indirizzo, ecc.), informate al più presto la vostra cassa pensioni.
  2. Salario annuale AVS lordo
    Il salario annuale lordo comprende le gratifiche e il 13° salario. Per i salariati con tempi di lavoro irregolari, il salario può essere valutato all'inizio dell'anno e, se necessario, adeguato a fine anno. È tollerata una differenza massima del 10 %. (Art. 12 del regolamento di previdenza)
  3. Il salario assicurato
    Il salario assicurato costituisce la base di calcolo per i contributi e le prestazioni e corrisponde normalmente al salario AVS lordo, meno l'importo di coordinazione. (Art. 13 del regolamento di previdenza)
  4. L'aliquota di contribuzione
    Dipende dall'età dell'assicurato. (Art. 17 del regolamento di previdenza)
  5. I contributi
    I contributi dipendono dal salario assicurato e dall'aliquota di contribuzione dell'assicurato. Il contributo mensile dell'assicurato è diviso in parti uguali tra il dipendente e il datore di lavoro. (Art. 19 del regolamento di previdenza)
  6. Il capitale di vecchiaia
    È l'importo versato all'età pensionabile ordinaria, se l'assicurato sceglie il pagamento sotto forma di capitale. Questo importo è calcolato in base alla rendita di vecchiaia maturata a 64/65 anni. Se scegliete il versamento del capitale, è necessario informare la Cassa per iscritto con un anticipo di almeno tre mesi. In caso contrario verrà versata automaticamente una rendita. (Art. 29 del regolamento di previdenza)
  7. La rendita di vecchiaia all'età di 64 / 65 anni
    È la rendita prevista che riceverete all'età pensionabile ordinaria. Viene calcolata in base ad un salario costante, ad un'aliquota del 2 % e alla longevità attuale. Se l'aliquota della Cassa cambia o in caso di adeguamento dovuto all'invecchiamento della popolazione, la rendita di vecchiaia viene modificata. La rendita acquisita, invece è garantita e resta immutata. (Art. 27 del regolamento di previdenza)
  8. La rendita d'invalidita
    L'importo annuo della rendita intera d'invalidità è definita in percentuale dell'ultimo salario assicurato rischio
  9. Rendita del coniuge superstite
    In caso di decesso dell'assicurato, il coniuge (Art. 36 regolamento di previdenza) o partner (Art. 39 regolamento di previdenza) superstite ha diritto ad una rendita, che sarà versata fino al suo decesso o nuovo matrimonio. (Art. 36-39 del regolamento di previdenza)
  10. Rendita per figli
    Se l'assicurato usufruisce della rendita d'invalidità o vecchiaia, ha diritto ad una rendita per ciascun figlio. (Art. 38-40 del regolamento di previdenza)
  11. Capitale in caso di decesso
    Gli aventi diritto ricevono un capitale di decesso, se non viene versata alcuna rendita per coniuge superstite o per partner. (Art. 44-46 del regolamento di previdenza)
  12. Prestazione di libero passaggio
    Rappresenta l'attivo dell'assicurato alla data di emissione del certificato. È la somma che l'assicurato ha accumulato nel corso degli anni. (Art. 46-50 del regolamento di previdenza)
  13. Promozione della proprietà abitativa (Art. 57 e 58 del regolamento di previdenza)
    • Vi informa sull'importo disponibile per un acquisto, un rimborso d'ipoteca o per la costituzione in pegno del vostro alloggio principale.
    • L'importo che è stato utilizzato a tale scopo.
    • Se è stata effettuata una costituzione in pegno (Art. 51-52 del regolamento di previdenza)
  14. Libero passaggio (LP) matrimonio
    È l'importo del libero passaggio alla data del matrimonio.
  15. Riscatto di prestazioni
    Per conoscere l'importo massimo riscattabile, è necessario inviare alla Cassa pensioni il modulo "riscatto delle prestazioni"

© copyright CPSSPh | Rue Pedro-Meylan 7, Casella postale 6124, 1211 Ginevra 6